Ghiandole di Skene

Definizione

Definizione - Cosa fa Le ghiandole di Skene significano?



Le ghiandole dello Skene sono una coppia di ghiandole situate su entrambi i lati della parete anteriore della vagina, vicino al fondo dell'uretra. Prendono il nome da Alexander Skene, il ginecologo scozzese che ne scrisse per la prima volta nel XIX secolo. Il tessuto che circonda le ghiandole dello Skene include la parte del clitoride che si estende all'interno della vagina e si gonfia di sangue durante l'eccitazione sessuale. I dotti di queste ghiandole si svuotano nel canale uretrale, quindi molte persone credono di essere la fonte dell'eiaculazione femminile.

Le ghiandole dello Skene sono anche conosciute come ghiandole vestibolari minori, ghiandole periuretrale, ghiandole Skene, ghiandole parauretrale, punto U e prostata femminile.



Spiega Kinkly Ghiandole di Skene



Stimolare la ghiandola dello Skene può essere una parte eccitante del sesso per individui e coppie. Le donne che cercano di trovare le ghiandole della loro Skene dovrebbero accovacciarsi o sdraiarsi sulla schiena con le ginocchia sollevate. Un dito può quindi essere nella vagina e fare un movimento 'come hither'. La ghiandola dello Skene si sente come un'area increspata dietro l'osso pubblico. Al centro di quest'area, a circa 1,5 pollici lungo la parete vaginale, si trova il punto G. Anche i giocattoli curvi e le posizioni sessuali con ingresso posteriore possono stimolare questa parte sensibile del corpo. Tuttavia, poiché il punto G risponde alla pressione piuttosto che alle vibrazioni, i giocattoli non vibranti sono spesso più efficaci.

Perché stimolando il punto G esercita una pressione indiretta sulla vescica, alcune donne hanno voglia di urinare quando viene toccata. Le donne sono incoraggiate a rilassarsi e lavorare oltre queste sensazioni. Con il passare del tempo, la ghiandola dello Skene rilascerà un liquido trasparente contenente glucosio e acido prostatico nel canale uretrale. La sua composizione chimica è simile al seme. Nella letteratura tantrica, questo liquido è venerato e noto come amrita, che significa nettare della dea.



Nel 2002, l'accademico italiano Emanuele Jannini ha dimostrato che le ghiandole di Skene hanno dimensioni considerevoli e in alcuni casi possono essere completamente assenti. Se davvero le ghiandole di Skene causano eiaculazione femminile e orgasmi del punto G, queste differenze potrebbero spiegare perché alcune donne non sperimentano mai questo tipo di climax.